Home » In Città, Rally, Sport

47° Rally del Salento, si corre venerdì 30 e sabato 31 maggio

28 maggio 2014 11:09

podio46È pronta a scattare venerdi 30 maggio la quarantasettesima edizione del Rally del Salento, atto di metà stagione nella corsa all’aggiudicazione del nuovo Campionato Italiano WRC. La gara, fiore all’occhiello dall’Automobile Club di Lecce che l’ha riportata in calendario, che la promuove e la organizza con la collaborazione della Scuderia Piloti Salentini si presenta agli appassionati con un parco vetture di prim’ordine e con un nutrito gruppo di piloti in grado di giocarsi la vittoria finale. Fa ben sperare per il successo sportivo della competizione il numero di iscritti che ha sfiorato quota 50 superando abbondantemente il plateau di due anni fa. Un dato positivo considerando la situazione nazionale non certo delle più rosee. L’elenco iscritti parla chiaro sullo spettacolo a cui gli appassionati potranno assistere. I numeri che si possono scorgere sono quelli delle grandi occasioni quando si può parlare di 5 vetture di classe WRC e altrettante S2000.
Si attendono i duelli tra i protagonisti dell’ esaltante stagione del tricolore targato ACI-CSAI che alla vigilia dell’appuntamento leccese vede una classifica che potrebbe ancora regalare qualche sorpresa. Il leader, il bresciano Luca Pedersoli in coppia con Matteo Romano su Citroen C4 WRC, vincitore dei primi due appuntamenti cercherà l’allungo decisivo ma sulle impegnative arterie salentine sono attesi a una prova di forza il vicentino Manuel Sossella che lo segue in campionato staccato di 8 lunghezze e che ritrova dopo la parentesi genovese Walter Nicola nel ruolo di navigatore, in gara su una Ford Fiesta WRC mossa da un propulsore 1.6 turbo e il trevigiano Marco Signor con alle note Patrick Bernardi su Ford Focus WRC che paga un ritardo considerevole in classifica frutto per lo più della battuta d’arresto in cui è incappato mentre era in lotta per la prima posizione nel Rally della Lanterna. Outsider di tutto rispetto sarà il torinese Emanuele Garosci navigato dal salentino Cosimo Longo su Citroen Xsara WRC.
Ai big della specialità che inseguono il titolo su asfalto e che non hanno saputo rinunciare al fascino del Rally del Salento si aggiungono un novero di nomi che promettono battaglia e che certamente proveranno a inserirsi nella lotta per le primissime posizioni a cominciare dal duo composto da Albino Pepe e Pierpaolo Panico che non hanno interessi di campionato ma che nella gara di casa cercheranno di ben figurare sfruttando al meglio il potenziale della Ford Focus WRC acquistata di recente. Da tenere d’occhio la nutrita pattuglia delle vetture S2000, tutte 207 e tutte portate in gara da equipaggi di comprovata esperienza come Rizzello-Sorano, vincitore un mese fa del Rally Città di Casarano e capoclassifica in coabitazione nel Trofeo Rally Nazionali zona 5, Primiceri-Rosato ottimo quarto assoluto al Salento di due anni fa, Albano-Cicognini, Terrini-Bianchetti e Currenti-Siragusano. Ma per un risultato importante lotteranno anche Laganà-Messina al via con una Lancer Evo 10 preparata in gruppo N, attuali leader della Coppa di categoria legata all’Italiano WRC, il toscano Alessio Santini su Renault Clio S1600 che torna al Rally del Salento dopo la positiva esperienza del 2009 e il trevigiano Antonio Forato su identica vettura, questi ultimi in bagarre per recuperare terreno nella Michelin Rally Cup. Il Gruppo R vivrà del confronto tra le New Clio R3C del romano Oscar Sorci, detentore nel titolo di zona e del padovano Andrea Basso, leader di categoria nella Coppa Michelin e tra le C2 R2B del valtellinese Luca Fiorenti al comando della Coppa R2 nel tricolore, del brindisino Francesco Montagna che lo segue staccato di un solo punto e del trentino Mirko Pontalti deciso a riscattare un avvio di stagione particolarmente sfortunato. Tante anche le sfide da seguire nelle altre classi, in A7 riflettori puntati sulle Clio condotte da Giorgio Ascalone e Patrizio Forte e sulla Opel Astra di Santo Siciliano, nono assoluto nel 2012. Si annuncia una calda sfida anche in A6 che vedrà in lizza per il successo Alessio De Santis anche lui attualmente primo nel Trofeo di zona e Davide Stefanelli su Peugeot 106 e il ligure Paolo Benvenuti su Citroen Saxo. Tornando al gruppo N da seguire la gara di Alfonso De Pierro su Lancer evo 9, altro pilota al comando del trofeo di zona e l’animata lotta che si preannuncia in N3 e in N2 dove si incrociano i destini della Coppa 2Rm, della Coppa Michelin, del Trofeo Suzuki e del Trofeo di zona con Pisacane, Fiorillo, Di Lorenzo e Sartori, tutti su Renault Clio a puntare alla vittoria in N3 e con Marco Soliani, Paolo Amorisco, Roberto Mollo, Dino Romano, Alessandro Uliana e Davide Cagni, tutti su Suzuki Swift e con Paolo Garzia e Sergio Pepe su Peugeot 106 a comporre la lista dei pretendenti al successo nella numerosa e agguerrita N2. (cs)

programmarally